lba

Palermo

Museo d’Arte contemporanea
Lo scorso giovedì 18 ottobre i bambini delle classi terze hanno vissuto un’esperienza significativa alla scoperta del mondo dell’arte e dei suoi retroscena. All’interno della galleria d’arte moderna, nel pieno del centro storico di Palermo, hanno ammirato con grande stupore la perfezione artistica dei quadri dei pittori siciliani Francesco Lojacono e Antonino Leto. Hanno soprattutto apprezzato la fedeltà realistica con cui i due pittori paesaggistici rappresentavano la realtà che osservavano, difatti la sensazione ricorrente fra i bambini era proprio quella di sentirsi dinanzi ad una fotografia. Stupiti da tanta precisione artistica si sono inoltre cimentati in prima persona mettendo le mani “in pasta” poiché con alcune foglie raccolte nel giardino della nostra simpatica guida Francesca, hanno riprodotto fedelmente mediante la tecnica del frottage le nervature delle foglie e le hanno altresì calcate sulla plastilina per ottenere una rappresentazione quanto più fedele alla foglia stessa. I piccoli artisti in avanscoperta hanno infine riflettuto su quanto l’arte sia frutto di una dote naturale e i prodotti artistici derivanti, come i quadri e le sculture presenti nella nostra città, siano i preziosi tesori da custodire gelosamente e di cui andare orgogliosi.
Domenicale Orientamento 3^B La vendemmia 1^A - 1^B Origine vita 3^B la martorana 2^A - 2^B RICICLO
lba

Palermo

Museo d’Arte contemporanea
Lo scorso giovedì 18 ottobre i bambini delle classi terze hanno vissuto un’esperienza significativa alla scoperta del mondo dell’arte e dei suoi retroscena. All’interno della galleria d’arte moderna, nel pieno del centro storico di Palermo, hanno ammirato con grande stupore la perfezione artistica dei quadri dei pittori siciliani Francesco Lojacono e Antonino Leto. Hanno soprattutto apprezzato la fedeltà realistica con cui i due pittori paesaggistici rappresentavano la realtà che osservavano, difatti la sensazione ricorrente fra i bambini era proprio quella di sentirsi dinanzi ad una fotografia. Stupiti da tanta precisione artistica si sono inoltre cimentati in prima persona mettendo le mani “in pasta” poiché con alcune foglie raccolte nel giardino della nostra simpatica guida Francesca, hanno riprodotto fedelmente mediante la tecnica del frottage le nervature delle foglie e le hanno altresì calcate sulla plastilina per ottenere una rappresentazione quanto più fedele alla foglia stessa. I piccoli artisti in avanscoperta hanno infine riflettuto su quanto l’arte sia frutto di una dote naturale e i prodotti artistici derivanti, come i quadri e le sculture presenti nella nostra città, siano i preziosi tesori da custodire gelosamente e di cui andare orgogliosi.
Domenicale
Orientamento 3^B Vendemmia 1^A - 1^B Origine vita 3^B la martorana 2^A - 2^B RICICLO